lunedì 8 agosto 2016

Festival delle arti olistiche, Holis-Day!

27 e 28 Agosto a Ronciglione, Holis-Day festival delle arti olistiche.

Perché un Festival di Arti Olistiche?

“L'essere umano è un microcosmo in una serie di macrocosmi chiamati: famiglia, via, quartiere, città, provincia, regione, stato, continente, pianeta, galassia, universo e dimensione...
Un nostro pensiero influenza, muta, un universo intero, chissà quali danni o doni (che sembrano la stessa parola) può fare alla nostra mente e al nostro corpo.”

L'Italia, anche se quasi satura di attività accompagnate dal termine “Olistico”, ancora non sa bene cosa significhi questo termine.
È proprio “Olistico”, invece, che dovrebbe incanalare le persone verso una conoscenza (e coscienza) più ampia.

Cosa vuol dire “Olistico”?

Significa lavorare su più piani, prendendo in considerazione l'essere vivente non più come separato, ma come l'insieme di corpo, emozioni, mente e spirito nello stesso istante; insomma, una considerazione dell'essere
umano visto nel suo tutto.

L'obiettivo primario è quello di far conoscere questo mondo, di far conoscere la visione olistica della persona, dell'essere vivente, del Mondo, il tutto iniziando da se. 

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” diceva Mahatma Gandhi e non c'è nulla di più vero. Tutto questo per creare non solo il senso di benessere in coloro che si affacciano ora a questo mondo, o che nuotano in questo mare da un tempo, ma creare la situazione per vivere nel proprio benessere a 360°.

Per poter partecipare o per informazioni.
stefania@latuanaturopata.it

https://www.facebook.com/HolisDayFestival/
https://www.facebook.com/events/524283714438066/ 

 
 

mercoledì 20 luglio 2016

Erbe spontanee

In questo ultimo anno mi sono avvicinata ed interessata sempre di più al riconoscimento delle erbe spontanee, e mi si è aperto un nuovo mondo! Un mondo che all'inizio non conoscevo e di cui avevo solo una lontana memoria legata a mio nonno... di quando da piccola passeggiavo con lui in campagna e mi aveva insegnato a riconoscere alcuni fiori che si potevano mangiare.
Una memoria con il tempo andata perduta, un ricordo lontano quasi svanito che è riaffiorato da poco.

Forse è come le erbe spontanee, una volta utilizzate e riconosciute da tutti e con il tempo dimenticate.Per fortuna tanti di noi stanno riscoprendo e riportando a memoria questo ricordo!

Perché le erbe spontanee? I motivi sono tanti...

Il primo fra tutti, come ho scritto poche righe sopra, è per recuperare una memoria andata perduta.

Per i nostri nonni, solo 2 generazioni prima della mia, era normale andare tra i campi e raccogliere quello che serviva, per mangiare e per curarsi. Le persone sapevano riconoscere ed utilizzare le erbe e questa conoscenza veniva tramandata di generazione in generazione. Adesso questa conoscenza, questo "sapere" rischiano di andare persi per sempre.

Le colture intensive hanno sostituito la raccolta, andando a distruggere la biodiversità dei luoghi, la forza generatrice della terra, coperta da anni e anni di pesticidi.

Riappropriarci di questo sapere ci fa dare un nuovo "valore" a ciò che abbiamo intorno, alla ricchezza, all'abbondanza che Madre Terra ci offre e che a volte dimentichiamo.

Altro motivo: ritorniamo in equilibrio con i cicli della natura.

Vedere la diversità delle erbe ci fa ritornare in risonanza con la ciclicità del tempo e della natura. E magari comprendere che a dicembre è difficile che ci siano pomodori e zucchine!

Un motivo a me molto caro come naturopata: occupandomi tanto di alimentazione, è la forza vitale e i nutrienti che hanno queste piante.

Sono erbe ricche di molti più nutriente, che assorbono da terreni "puliti" e ricchi, sono vive, hanno una grande forza vitale e tutto questo diventa parte di noi!

Questi sono alcuni dei motivi per i quali da più un anno ormai mi occupo di erbe spontanee, organizzo eventi e ho fatto diventare parte integrante della mia attività come naturopata tutto questo.

Il prossimo evento con Maria Sonia Baldoni (della quale puoi leggere qualcosa nel link che ho inserito) sarà in Calabria:

https://www.facebook.com/events/776350642502292/





mercoledì 24 giugno 2015

OIL PULLING

Cos'è l'Oil Pulling?

L'Oil Pulling è un antico rimedio ayurvedico che  tramite la pulizia della lingua e dei denti, favorisce la disintossicazione del nostro corpo.

Grazie ai naturali processi di disintossicazione che avvengono soprattutto durante la notte, il nostro corpo si libera di tossine, metalli pesanti, e più in generale da sostanze di scarto derivate dai normali processi necessari per svolgere tutte le funzioni vitali. 
Queste sostanze vengono espulse dagli organi emuntori, ma anche nella bocca (sulla lingua e fra i denti) si concentra una grande quantità di tossine, in modo che appena svegli il corpo possa liberarsene.
Fra queste tossine possiamo individuare soprattutto metalli pesanti derivati dal cibo industriale, dall’inquinamento dell’acqua e dell’aria che respiriamo.

Purtroppo non è sufficiente lavarsi i denti o effettuare dei semplici risciacqui con un collutorio (tra l'altro l'uso di dentifrici o colluttori chimici non farebbe che peggiorare la situazione) perché molte di queste sostanze non sono solubili in acqua.

Con l’oil pulling invece, una sequenza di passaggi diversi ed una azione prolungata dei grassi contenuti negli oli utilizzati permettono in una prima fase di eliminare i residui più facili da rimuovere, poi di agire su tutte le altre sostanze di scarto (metalli pesanti in primis) che altrimenti rimarrebbero nella nostra bocca e verrebbero riassorbite.

I benefici dell’oil pulling sono dimostrati da diverse testimonianze in tutto il mondo e da vari studi scientifici. Uno di questi studi dimostra che l’olio di semi aiuta a incrementare la salute e l’igiene orale agendo oltre che sui metalli pesanti anche sui germi raccogliendoli sia dai denti che dalla saliva.
Gli scienziati ritengono che i lipidi contenuti nell’olio siano in grado di eliminare dalla bocca i batteri e impedire agli stessi di attaccarsi di nuovo alle pareti della cavità orale. Questi oli inoltre agiscono anche a favore della ristrutturazione cellulare e sono legati al corretto funzionamento degli organi interni.

Come procedere?
Prima di tutto dobbiamo pulire bene la lingua e a questo fine potrebbe
esserci utile un nettalingua ma basta anche un semplice cucchiaio. Soprattutto all'inizio saranno necessari vari passaggi per rimuovere dalla lingua la patina bianca e quindi un primo strato di tossine. È importante continuare fino a quando passando il cucchiaio sulla lingua non resta "pulito".

A questo punto possiamo risciacquare la bocca con acqua, spazzolare bene i denti con lo spazzolino senza dentifricio e finalmente passare all'Oil Pulling.
Il modo più efficace per fare Oil Pulling è mettere in bocca circa un cucchiaio di olio biologico spremuta a freddo di sesamo o di cocco e sciacquare la bocca energicamente dai 10 ai 20 minuti.

Appena entra in contatto con la saliva l’olio si trasforma in un liquido bianco denso, continuando a sciacquare il colore del liquido cambia fino a diventare più o meno scuro a seconda della quantità di tossine presenti nella bocca.

Alla fine sputare il liquido, sciacquare la bocca con acqua tiepida più volte e volendo con un collutorio naturale. 

In questo modo aiutiamo il corpo a disintossicarsi dalle tossine, dai metalli pesanti, rafforziamo le gengive, i dati ed eliminiamo l'alito cattivo!

Ovviamente l'Oil Pulling non è una cosa da fare una volta ogni tanto... i maggiori benefici si hanno nel trasformarlo in una abitudine quotidiana ed utilizzarlo soprattutto in sinergia con una dieta disintossicante.

Molti dei malesseri cui andiamo incontro, difficili da inquadrare e risolvere, sono spesso legati ad un sovraccarico di metalli pesanti, ed in quel caso potrebbe essere necessario un trattamento specifico. L'unico modo per saperlo è effettuare semplice un test.

Se vuoi effettuare un test sui metalli pesanti scrivimi pure a stefania@latuanaturopata.it


venerdì 22 maggio 2015

Disintossicazione!


Il corpo è naturalmente creato per disintossicarsi. E il ruolo dei nostri organi emuntori è proprio questo!
Solo che la realtà nella quale viviamo sovraccarica il nostro corpo, i nostri organi e la nostra mente aggiungerei ;)
Ogni giorno siamo esposti a un eccesso di tossine, dall'aria che respiriamo a quello che mangiamo, 80% delle tossine sono endogene cioè prodotte dagli scarti dell’organismo: batteri, cellule morte, residui della digestione e metabolizzazione del cibo, ma anche l’uso di farmaci e additivi alimentari che i nostri organi devono elaborare.
Quando l’organismo non riesce più ad eliminare le tossine in eccesso inizia il processo di intossicazione, a questo punto cosa fare?
Primo consiglio per iniziare 
effettuare un test sui metalli pesanti e intolleranze alimentari per vedere di cosa in questo momento il corpo è sovraccarico:
http://latuanaturopata.blogspot.it/2013/09/bio-test-daphnelab.html
L’intestino è uno degli organi emuntori più importanti, un intestino che funziona bene ci aiuta a stare bene, gran parte del nostro sistema immunitario dipende dallo stato di salute dell’intestino. Alcuni alimenti come lo zucchero bianco raffinato o i cibi raffinati o troppo elaborati possono danneggiare la flora intestinale, provocando disbiosi.
Inoltre da anni la qualità dei cereali e delle farine con cui vengono prodotti pasta e pane sono cambiati, si aggiungono additivi per ridurre i tempi di cottura o per non far scuocere la pasta e tutto questo va a discapito della nostra salute.

Secondo consiglio
ritornare a nutrirsi nel modo più naturale possibile per fare in modo che il corpo possa da solo riattivare le sue naturali funzioni di disintossicazione.
Seguendo anche la stagionalità degli alimenti che sono in sintonia con l'energia del nostro corpo.
Secondo la medicina tradizionale cinese, l'energia vitale degli alimenti nutre i nostri sistemi energetici.
Ci sono periodi dell'anno in cui va bene un programma disintossicante, altri in cui il corpo ha bisogno di essere nutrito.
Se seguiamo questo equilibrio naturale riusciremo a compensare gli effetti di ogni stagione sul nostro organismo!
Terzo consiglio
Evitare cibi precotti, purtroppo c’è un utilizzo sempre maggiore di cibi già pronti e ovviamente pochi di noi pensano a tutti gli additivi, conservanti, esaltatori di sapidità che questi cibi contengo. Per non parlare di vari snack e merende per i più piccoli! Anche evitare questi cibi vuol dire ritorno alla naturalità.

Un consiglio ogni mattina iniziamo a fare l'oil pulling, un antica tecnica ayurveda per ripulire il nostro organismo dall'interno! 

In cosa consiste e come si effettua?
È importante sapere che la notte, durante i suoi processi di disintossicazione il corpo manda in bocca (sulla lingua e fra i denti) un grande numero di tossine, di modo che appena svegli possiamo liberarcene.
Fra queste tossine possiamo individuare nella bocca sopratutto i metalli pesanti derivati dal cibo industriale, dall’inquinamento dell’acqua e dell’aria che respiriamo.
Con l’oil pulling grazie ai grassi dell’olio (a differenza del dentifricio al fluoro che ne aggiunge altri) raccogliamo tutti questi metalli pesanti e li rimuoviamo definitivamente dal nostro corpo.
I benefici dell’oil pulling sono dimostrati da diverse testimonianze in tutto il mondo e da vari studi scientifici. Uno di questi studi dimostra che l’olio di semi aiuta a incrementare la salute e l’igiene orale agendo oltre che sui metalli pesanti anche sui germi raccogliendoli sia dai denti che dalla saliva. Gli scienziati ritengono che i lipidi contenuti nell’olio sono in grado di eliminare dalla bocca i batteri e impedire agli stessi di attaccarsi di nuovo alle pareti della cavità orale. Questi oli inoltre agiscono anche a favore della ristrutturazione cellulare e sono legati al corretto funzionamento di altri organi interni.
Prima di tutto dobbiamo pulire bene la lingua e a questo scopo potrebbe esserci utile un nettalingua oppure un semplice cucchiaio. Una volta rimosso tutto quel strato di tossine che avevamo sulla lingua passiamo a fare oil pulling.
Il modo più efficace per fare oil pulling e’ mettendo in bocca circa un cucchiaio di olio di sesamo biologico e spremuto a freddo e sciacquare la bocca energicamente per 10-15 minuti.
Appena entra in contatto con la saliva l’olio si trasforma in un liquido bianco, continuando a sciacquare pero’ il colore del liquido cambia fino a diventare più o meno scuro a seconda della quantità di tossine presenti nella bocca.
Facendo questo ogni mattina aiutiamo il nostro organismo a "ripulirsi".










martedì 19 maggio 2015

Corso Alimentazione consapevole

Vuoi imparare a nutrire il tuo corpo in modo ideale per avere maggiore energia?
Vuoi conoscere nuovi modi per alimentarti in modo sano e naturale?
Vuoi imparare come perdere peso in modo facile e salutare?

21 GIUGNO 2015 a ROMA, in Viale degli Ammiragli 119.

In una sola giornata potrai imparare a

...avere un alimentazione più consapevole
...disintossicare il corpo dalle tossine accumulate
...associare correttamente i cibi
...riconoscere gli alimenti funzionali per te
...utilizzare cereali e proteine vegetali
...acquisire sane abitutidi alimentari

L'obiettivo è quello di fornirti gli strumenti necessari per alimentarti nel modo più semplice e naturale possibile in modo da avere un corpo sano, giovane e vitale il più a lungo possibile!

P.S. Su richiesta è possibile effettuare un test sulle intolleranze alimentari ad un prezzo scontato prenotandolo contestualmente al corso!

giovedì 2 aprile 2015

Spesa di Aprile

Cosa comprare ad Aprile? 
La primavera sta arrivando ed entriamo in un energia nuova, un energia di rinnovamento! La natura intorno a noi inizia a risplendere di colori, di profumi e allora lasciamoci inondare dall'energia che arriva!
Come sempre la natura non lascia niente al caso e tutto le primizie di questi tempi sono utili al nostro organismo per depurarci in vista dell'estate. 

Tra le verdure sicuramente via libera a tanti ASPARAGI!
Ricchi di fibre, calcio, fosforo, magnesio e potassio, vitamine A, B6 e C 
Ottimo drenante per reni e fegato. Inoltre le sue proprietà antiossidanti lo rendono un alimento adatto per ripulire il corpo dopo l'inverno e prepararsi alla stagione estiva! Io consiglio di cuocerli a vapore per mantenere intatto gusto e proprietà nutritive.

CARCIOFI
Ottimo alimento per depurare il fegato, inoltre è utile per calmare la tosse, contribuire alla purificazione del sangue, fortificare il cuore, dissolvere i calcoli. 
I carciofi contengono molto ferro grazie a due sostanze: la coloretina e la cinarina. Hanno pochissime calorie e molte fibre, oltre ad una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Sono dotati di proprietà regolatrici dell’appetito, vantano un effetto diuretico e sono consigliati per risolvere problemi di colesterolo, diabete, ipertensione, sovrappeso e cellulite.
Il mio consiglio è di consumarli crudi in insalata, conditi con delle olive e olio extravergine di oliva.

FAVE
Forse non tutti sanno che le fave sono dei legumi, per avere un apporto proteico sarebbe bene mangiare cotte con un cereale. 
Anche se in questo periodo possiamo consumarle crude, magari aggiungendole alle insalate. Sono ricche di ferro, potassio, magnesio, selenio e moltissime vitamine. 

Altre verdure di questa stagione troviamo ancora, broccoli, cavoli e verze. in più cipollati, tarassaco, ortica, piselli, spinaci, rucola, ravanelli, radicchio rosso, finocchi, cime di rapa, lattuga.

FRUTTA
Troviamo le ultime arance e le prime fragole, mele, pere e kiwi.

Via libera a tante insalate, verdure crude, frutta e centrifugati!








venerdì 2 gennaio 2015

Disintossicarsi dopo le feste!

Quanti di noi in questi giorni si sentono appesantiti o gonfi? Più stanchi del solito? O magari siamo nella fase di influenze, soprattutto intestinali?
In questi giorni sicuramente si mangia più del solito e magari anche pietanze più elaborate di quelle alle quali siamo abituati e sicuramente tutto ciò non aiuta il nostro organismo e non ci fa sentire bene. 
Cosa fare per correre al riparo e disintossicarci dopo questi giorni di feste?
I miei consigli sono:
1. In primis ritornare alla semplicità dei piatti, la cosa migliore è utilizzare pochi ingredienti, preferibilmente biologici. 
2. Iniziare i pasti con una zuppa per scaldarci, depurarci e preparare il nostro stomaco all'arrivo del cibo. Come una zuppa di broccoli, di carote e zenzero, di barbabietole, di lenticchie rosse con curcuma e zenzero o la classica zuppa di miso.
3. Utilizzare cereali integrali, meglio se senza glutine come quinoa, amaranto, miglio, riso o grano saraceno. 
4. Cuocere le verdure al vapore per non perdere i nutrienti, soprattutto carciofi, tutte le crucifere (broccoli, cavoli,verze...), barbabietole, spinaci, sedani, finocchi.
5. Bere tisane, visto il freddo è anche piacevole, per esempio di liquirizia, bardana, menta, anice, betulla, finocchio, semi di cumino, melissa, ortica, tarassaco.

Potrebbe essere anche un buon momento per effettuare un test sulle intolleranze alimentari:
http://latuanaturopata.blogspot.it/2014/12/test-intolleranze-alimentari.html

Per maggiori informazioni o per una consulenza contattami pure: 

stefania@latuanaturopata.it